Confermato: Corrente del Golfo in crisi

Confermato: Corrente del Golfo in crisi

Si parla spesso dell’AMOC, ovverosia di quell’imponente flusso di acqua calda che si muove dal golfo del Messico fino a nord-est della penisola scandinava, che spesso viene definita come Corrente del Golfo (CDG) ed è una piccola parte della circolazione Termoalina oceanica (immagine di sopra). Si tratta di un fenomeno importantissimo nel determinare le temperature oceaniche (e quindi il clima) di tutte le regioni che si affacciano sull’Atlantico del Nord, e che contribuisce a rendere l’Europa del nord molto più mite del normale (ricordiamoci che la Scozia è alla stessa latitudine del Canada). Si è spesso parlato di un suo indebolimento, ma senza mai avere dati definitivi. Ora invece e’ da poco uscito sulla prestigiosa rivista Nature un interessante articolo circa il rallentamento dell’AMOC, che sembra confermare una volta per tutte come l’AMOC si stia effettivamente indebolendo, con conseguente raffreddamento dell’Atlantico. Il principale indiziato, ovviamente, è lo scioglimento dei ghiacci del Polo Nord, che avrebbe comportato un raffreddamento delle acque dell’Artico e in misura minore dell’Atlantico del nord, andando a compromettere i delicati meccanismi su cui si basa tale corrente, che si basa sulla differenza di temperatura tra porzioni di mare a latitudini diverse; Inoltre, l’acqua marina più dolce (per via del ghiaccio sciolto) è più leggera e sprofonda meno, creando qualche intoppo alla circolazione oceanica.
In generale negli ultimi mesi si sono verificate parecchie anomalie in zona Nord Atlantico: Gran Bretagna, Russia Europea e Scandinavia hanno patito un’estate piuttosto fredda e piovosa. Su questo blog si è più volte parlato della situazione in Groenlandia, che ha visto una stagione settembre 2014 – agosto 2015 relativamente positiva e un Settembre 2015 con accumuli nevosi eccezionali, oltre naturalmente ad una generale panoramica in tre articoli sull’improvviso raffreddamento dell’Atlantico (QUI la prima parte, QUI la seconda e QUI la terza), che potrebbe avere seri effetti raffreddanti sul clima europeo e, a catena, su tutto l’emisfero nord.
Nell’ultimo anno l’attenzione della comunità scentifica al riguardo è parecchio aumentata, visto che secondo i dati del NOAA l’Atlantico è più freddo della norma da ormai 21 mesi, salvo Agosto 2014 (tutti i dati sono reperibili QUI )

Temperature pesantemente sottomedia in zona Nord Atlantico, Groenlandia e Canada da inizio anno
Temperature mediamente sotto la media, e non di poco, in zona Nord Atlantico, Groenlandia e Canada da inizio anno. Sarà un caso?
  • 1) Quali sono i possibili effetti dell’attuale raffreddamento dell’Atlantico?
  • 2) Potrebbero esserci in gioco altri fattori oltre al rallentamento della CDG/AMOC che influenzano le temperature atlantiche?
  • 3) Cosa potrebbe succedere in caso di blocco della CDG/AMOC (ovvero, andando ben oltre il primo), anche alla luce di un apposito studio commissionato dal Pentagono (si, proprio da loro)? (speriamo che non succeda)
  • 4) Esistono già i primi segni di questi fenomeni?

Ne parleremo, articolo dopo articolo, nei prossimi giorni. Buon weekend a tutti, ci vediamo al prossimo post.
Ps: Ringrazio il blog New Ice Age per la segnalazione (Vedi QUI)

Annunci

Un pensiero riguardo “Confermato: Corrente del Golfo in crisi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...